What Women Want: perché il mio bagno somiglia a un salone di bellezza

Quando, giovane e malvestita, iniziai ad esplorare ciò che esisteva al di là delle Alpi, presi subito l’abitudine di cercare un marchio o un prodotto di bellezza irreperibile in Italia, da portare con me.

Fu così che in qualche luogo scuro e pauroso della casa di mia madre (ossia la cantina) restarono sepolti un burro cacao a base di vaselina e mentolo che mi causava rantoli e paresi cerebrale, un bagno schiuma allo zucchero filato che provocava conati di vomito (ed eruzioni cutanee), delle fialette schiarenti per capelli che probabilmente erano le stesse utilizzate da Pearl Porterfield, la parrucchiera che decolorava i capelli con candeggina e detersivo.

Ma non ero mai stata in un supermercato o in una parafarmacia di Tirana.

La faccio breve: i prodotti sono tantissimi, c’è una vasta scelta eco-bio con diverse fasce di prezzo e soprattutto nelle catene tedesche (tipo il mio tempio, Rossman&Lala), anche quello che si trova a meno di 5 Euro è solitamente privo di parabeni, siliconi etc.

makeup

Le mini size sono diventate una droga, perché è vero che in proporzione ai formati standard non sono economiche, ma ce n’è davvero per ogni tipologia e alleggeriscono notevolmente il bagaglio (oltre ad essere comodamente trasportabili nel bagaglio a mano): da sinistra, mini size di lacca Schwartzkopf, detergente viso senza parabeni, siliconi e olii minerali, spray per capelli danneggiati, struccante delicato senza parabeni (a cui ho aggiunto un po’ di olio di germe di grano perché non struccava una fava), cipria eco-bio anti brufoli che se avete letto il post precedente, sapete perché ne ho bisogno.

Più una copia dell’edizione in lingua albanese di Grazia, perché fare pratica con la lingua è meno complicato se si utilizzano articoli brevi, scritti in un linguaggio semplice e corredati di foto che aiutino l’associazione parola-immagine.

Inoltre, i marchi presenti in Italia qui presentano a volte un assortimento maggiore: da grande consumatrice di prodotti Ultra Dolce Garnier e grandissima fan dei benefici dell’aloe vera, non ho potuto non gioire nel trovare una linea a base di aloe e una con estratti di albicocca e mandorla.

makeup2

Naturalmente, dopo aver arraffato i due prodotti che vedete in foto sono corsa alla cassa gioendo in un modo un po’ inquietante, per capirci diciamo tipo Gollum e l’anello

Soprattutto perché il prezzo di ognuno si aggira intorno ai due Euro.

Continuo imperterrita a mescolare olii e burri vegetali creando schifezze inenarrabili, ma devo ammettere che la qualità e il prezzo medio dei prodotti che ho reperito qui hanno contribuito a farmi abbandonare tale abitudine. Così anche i miei capelli hanno smesso di tramare vendetta facendomi assomigliare a Maga Magò, e amiche e parenti ormai hanno capito cosa riceveranno per Natale.

Il mio motto è quindi diventato carboidrati dentro e belle fuori, che non sarà d’effetto come lo slogan originale ma dubito che Cristina Chiabotto goda quotidianamente delle gioie del byrek.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s