Salep: il dolce da bere fatto con i fiori

SALEP (1).png

Il Giorno dell’estate, celebrato ieri, sembra aver convinto Tirana che è primavera. Raggi tiepidi scaldano la giacca leggera che ho finalmente potuto tirare fuori dall’armadio, i randagi sonnecchiano sui marciapiedi, i déhor dei bar pullulano nuovamente di avventori.

Quindi perché non scrivere di una bevanda tipicamente invernale, il salep?

Perché le serate sono ancora fredde ed umide, perché è un drink che a me ricorda più un dessert e perché non è solo buonissimo, è anche estremamente semplice da preparare.

Il salep si prepara con una farina realizzata dai tuberi essiccati dell’orchide maschia e dell’orchide militare. Niente di più semplice da reperire, vero? Per fortuna c’è un’alternativa, ossia l’amido di mais, quello che io solitamente utilizzo al posto dello shampoo secco.

Il procedimento è a prova di incapace: si mescola la farina di orchide (o l’amido di mais) con dello zucchero e del latte, si porta tutto ad ebollizione continuando a mescolare fino a far addensare il composto e voilà, non resta che versare il preparato in una tazza e aggiungere a piacere frutta secca e cannella.

Il salep si può sorseggiare o, per via della sua consistenza densa, mangiare con un cucchiaino.

Ma non prima di aver immortalato il suo rilassante candore per Instagram, mi raccomando.

Questa bevanda calda è molto diffusa in tutta l’area del Mediterraneo, ma il nome ha origini arabe e a quanto pare, ha a che fare con i testicoli delle volpi. Vai a capire.

In Albania si sorseggia nei bar al posto del caffè e lo si prepara in casa, spesso con l’ausilio di bustine confezionate al cui contenuto va solo aggiunto del latte.

IMG_20180315_163827_468.jpg

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...